search burger
search ×

Natale al mare, tra i paesini della Croazia

Da Porec a Rijeka immersi in un’atmosfera magica

By Marco Squadroni

Pensi alla Croazia, alla penisola istriana, alle strade costiere che portano da Trieste alla Dalmazia e ti vengono subito in mente le file alla frontiera, l’odore della salsedine, i Ćevapčići e la verde bottiglia della Lasko Pivo appoggiata insieme al resto in kune e lipa sul tavolino della veranda ombreggiata della Konoba.

Bene, ora cancellate molti di questi elementi e riscrivere l’equazione, quasi del tutto. Le città dell’Istria infatti hanno qualcosa da offrire anche in dicembre, quando un vario cartellone di eventi anima l’Advent in questa parte della Croazia.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Croatia Travel Info (@croatiatravelinfo)

Scendendo da nord la prima tappa del Natale sul mare croato è Porec (Parenzo). Arrivati al piccolo porto si ha l’impressione che la cittadina non abbia poi molto da offrire agli amanti dello spirito natalizio ma basta seguire la musica che si diffonde dai vicoli del piacevole centro storico per scoprire, sotto grandi pini addobbati, la pista di pattinaggio, gli chalet, i giochi e il palco per gli spettacoli. A cui si aggiungono le roulotte in metallo e le scenografie per l’immancabile sosta Instagram. 

Il clima non è certo quello delle Alpi, ma il tepore estivo è solo un lontano ricordo. E così la Lasko lascia il posto ad un più consono bicchiere di vino caldo, ad una grappa al miele o ad un bicchierino di Teranino, liquore derivato da un vino rosso istriano. Al momento di pagare scoprirete un’altra novità: a kune e lipa si affiancano gli euro, perché dal primo gennaio la Croazia inizierà ad utilizzare la moneta comune europea. Ed anche ad applicare le regole sulla libera circolazione, per cui le frontiere verso l’Ue verranno definitivamente abolite e già ora i controlli sono solo simbolici.

Il tour natalizio sulla costa istriana prosegue con Rovinj (Rovigno), quasi una gemella di Porec, anche se con un impatto più scenografico grazie alla collina su cui sorge la parte vecchia e all’alto campanile che la domina. L’Advent qui si svolge tra la piazza del Porto, dove ci sono l’alberone di Natale, le casette per street food e bevande calde, il palco per i concerti. Guardando verso il mare brillano sullo scuro delle acque le luci montate sulle barche in rada. E poco oltre le luci c’è l’altra location natalizia, quella del lungomare Plaza, un’ambientazione più moderna all’ombra del Gran Park Hotel. La batana, la piccola barca a vela dei pescatori, è il leitmotiv principale dell’Avvento marino di Rovigno.

Continuando verso sud, eccoci a Pula (Pola), città portuale il cui centro storico rispecchia il contrasto tra il grande porto industriale e lo straordinario anfiteatro romano. Da lì, girando intorno alla collina con i ruderi del castello, oppure passandoci sotto attraverso i particolari tunnel della ZeroStrasse, si seguono le tracce di James Joyce e di tanti altri ospiti illustri che nei secoli hanno soggiornato in città. Nella Piazza del Foro sono raggruppate gran parte delle attrazioni natalizie, che proseguono lungo le antiche mura e nel parco cittadino di Graz.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Apartmani Tognon (@apartmani_tognon)

L’ultima tappa del Natale sul mare della Croazia è Rijeka (Fiume) dove, complici le dimensioni della città, hanno davvero fatto le cose in grande. Il lungo corso pedonale, il Korzo, è davvero addobbato a festa: numerosi chalet sono state allestiti all’ombra di un grande albero luminoso di Natale mentre un trenino gratuito porta i turisti e locali a zonzo per il Korzo, per ammirare tante luminarie standosene comodamente seduti.

Dopo esservi concessi una bella pattinata sul ghiaccio sulla grande pista allestita di fronte al porto ed aver ammirato le attrazioni dei giardini del Teatro nazionale, chiudete in bellezza con l’ascensione al Tersatto, il castello che vigila sulla città dall’alto. Qui vi serviranno gli occhiali da sole per le luminarie straripanti mentre gli chalet e i locali allestiti nella torre vi accoglieranno per recuperare forze e calore dopo la lunga scalinata percorsa in salita. Da non perdere il piccolo presepe allestito all’interno di una stanza sotterranea al centro del cortile.

Images: Acrimònia