search burger
search ×

Le mie matite labbra preferite sono entrambe low-cost

Cosa rende una matita labbra ideale per noi? Non c’è una regola universale, ma nel mondo c’è una matita labbra perfetta per ognuna di noi. Dobbiamo solo trovarla.

By Angela De Gregorio

C’è stato un periodo della mia vita, decisamente pre-mascherina, in cui mi ero fatta un punto d’onore nella ricerca della matita labbra perfetta per me. Ne volevo una che fosse una costante, che potessi usare tutti i giorni senza rifletterci quando ero di fretta, sapendo che non avrei sbagliato.

La cercavo quasi dell’esatto colore delle mie labbra così da non essere troppo visibile quando la usavo sui bordi, ma allo stesso tempo con un pizzico di colore in più da iniettare un po’ di linfa vitale nel viso.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Angela (@angeladegre)

Insomma la matita labbra perfetta è una ricerca tutta personale, dipende dal nostro colore di pelle, dal colore delle nostre labbra e dal sottotono che hanno. Alcune di noi hanno molto blu sulla pelle che riveste le labbra, o meglio all’interno delle labbra, altre di noi hanno le labbra quasi incolori, altre ancora hanno le labbra più rosa e naturalmente pigmentate.

Nessun altro può fare questa ricerca al posto nostro, perché quello che è il “nude perfetto” per qualcuna, sarà un colore troppo chiaro, troppo scuro o troppo grigio per qualcun’altra.

Non saprei quantificare quante “matite color labbra” ho provato nel tempo, ma lasciatemi dire che tutti i grandi classici della beauty community sono passati negli anni tra le mie mani: Spice, Subculture e Boldly Bare di Mac: check; Rosewood di Dior: check; Nude Beige di NYX: check; Angel di LimeCrime: check.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Angela (@angeladegre)

Le ho provate tutte, usate tutte, ma nessuna di queste era il mio colore. Troppo rosa, troppo grigiastre o troppo gialle, nessuna era quella giusta. Ma finalmente un giorno la scoperta.

Gironzolavo senza meta davanti al counter di Laura Mercier, quando intravedo lei: Natural Lips, una delle più famose lip liner di Laura Mercier. Non potevo crederci, finalmente la perfezione: la giusta componente di marrone, rosa e giallo. Avevo trovato la mia matita labbra, e finalmente potevo interrompere la ricerca!

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Laura Mercier (@lauramercier)

Ma il mio riposo è durato ben poco, perché il destino a volte è beffardo e sceglie di mettere alla prova le tue risorse. La matita labbra Natural Lips oggi sembra scomparsa dal mercato, inghiottita da un buco nero, sparita dalla faccia della terra.

La mia si accorcia sempre di più, e non riesco a trovarne una di scorta. Ogni tanto la vedo comparire su qualche e-commerce semi sconosciuto, per poi risultare out of stock quando cerco di acquistarla.

Insomma, sembrerebbe proprio che sia successo ciò che ogni affezionata teme per i suoi prodotti preferiti: Unfortunately the product has been discontinued leggo nero su bianco su un sito.

La parola del non ritorno.

Di nuovo punto a capo. La ricerca ricomincia da dove si è interrotta. Mac mi ha presto offerto una validissima alternativa. Non proprio uguale alla defunta Natural Lips, un pizzico meno nocciola, ma comunque piuttosto simile, sto parlando di Stripdown, un altro grande classico.

Perfetta per un leggero overline, colore molto naturale su di me e quasi impercettibile la sua presenza: insomma l’effetto che desidero. Ma non è Natural Lips. E poi si sa, la curiosità è sempre più forte, e mi impedisce di riposare tranquilla.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ALEJANDRA CORTEZ (@azalexglam)

Devo cercare ancora, so che da qualche parte là fuori la mia nuova Natural Lips mi sta aspettando, e io devo solo scoprirla, tirarla fuori dall’anfratto beauty in cui si trova, nascosta da altre decine di tonalità “nude” e portarla a casa con me.

E un bel giorno infatti, è proprio quello che è successo. Non una, signore, ma ben due volte! Queste di seguito, sono a tutti gli effetti le mie due matite labbra preferite di sempre, fatta eccezione per Natural Lips ovviamente, l’ho già detto?

E la cosa bella, è che sono entrambe matite “drugstore”, ovvero hanno un prezzo contenutissimo, di pochi euro l’una. Prima di svelarvele però vi avviso che ho fatto uno strappo alla mia regola del “no scorte di prodotti beauty”, e in questo caso ho già la mia piccola scorta di entrambe, non ho paura almeno per i prossimi cinque anni.

NYX Professional Makeup Lip Liner nel colore Natural.

Questa è probabilmente quella che più si avvicina al mio colore naturale, e la sua componente nocciola la fa sembrare sufficientemente plausibile da essere scambiata per il colore delle labbra.

È una classica matita in legno temperabile, super economica e perfetta per un leggero (o non leggero) overline e per “aggiustare” i contorni delle labbra dove il pigmento è più esitante, come nel mio caso. Perfetta sotto qualsiasi rossetto, morbida il giusto e dalla durata niente male. Per qualche euro, non possiamo chiedere di più.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da NYX Professional Makeup (@nyxcosmetics)

Wycon Long Lasting Lip Liner nel colore 07 Tan.

Questa matita labbra è super scrivente e si fissa resistendo per diverse ore, perfetta con qualsiasi rossetto, su di me risulta perfettamente bilanciata come colorazione, né troppo rosa né troppo grigia. Ottima per l’overline e molto sfumabile. Insomma questa matita ha solo pregi.

Naturalmente so che questi colori non saranno perfetti per tutte voi, anzi. Ma entrambe le linee offrono diverse opzioni, nel primo caso con NYX c’è da sbizzarrirsi, e mi sembrano in tutti e due i casi colori ben pensati e ben concepiti per accompagnarsi bene a vari sottotoni di pelle, per questo il mio è un invito: se anche voi siete impegnate in questa ricerca, provate a cercare dove ho cercato io.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da WYCON Cosmetics (@wycon_cosmetics)

Se non sbaglio è anche una regola d’oro dell’archeologia, o forse della ricerca dei tartufi? Ora non saprei con esattezza, ma quello che cerco di dire è che dove c’è un tesoro per me, è probabile che ce ne sia uno anche per voi.