search burger
search ×

La Dolce Vita Covid-free delle celebs

Followers battono tampone 1 a 0

By Alessandra Nava

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è una notizia di circa una settimana fa. Asia Valente, seguitissima influencer e modella da 1,2 milioni di follower su IG, ha inaugurato la bella stagione con un viaggetto tutto sole e mare in Croazia.

Green pass, tamponi e vaccini non hanno fermato Valente, che ha confessato un retroscena dolceamaro della sua entrata in Croazia. Il tampone a cui si era sottoposta non era valido, e l'influencer è rimasta bloccata per un paio d'ore in balia della burocrazia sanitaria croata.

Poi, ecco il colpo di genio. Asia mostra alle autorità il suo Instagram, dimostrando di essere una personalità influente che non potrebbe fare altro che giovare all'economia locale. Followers battono tampone, ed ecco Valente godersi tutta contenta la vacanza.

L'aneddoto, raccontato dalla stessa influencer sui social, ha particolarmente indignato sia i suoi followers sia l'opinione pubblica, denunciando come esistano viaggiatori di serie A e serie B in base alla notorietà.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ASIA VALENTE PLAYBOY 🐰 (@asiavalentereal)

Tuttavia, Asia Valente non è né la prima né l'ultima che approfitta della celebrità (e del del denaro, of course) per concedersi una Dolce Vita anche in tempi di Covid-19.

Lo scorso marzo, in piena seconda (o terza? chi se lo ricorda più) ondata, Justin Bieber ha deciso di festeggiare il suo compleanno insieme alla moglie Hailey Bieber nella romantica Parigi, la città dell'amore.

Mentre milioni di persone in tutto il mondo erano partecipi di una paralisi sofferta e necessaria che le teneva rinchiuse in casa, i due sposini, complici la disponibilità economica e la fama mondiale, hanno potuto godersi un delizioso randez-vous parigino.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Tiziano D. (@tiziano.raw)

Dopo un 2020 di servizi fotografici casalinghi, come quello super chic per Jacquemus, Bella Hadid ha ripreso a viaggiare in capo al mondo per tutti gli editoriali più patinati. Spesso rendeva i suoi fan partecipi dei suoi tamponi rapidi, ma la cornice sullo sfondo era una spiaggia paradisiaca, o un hotel extra lusso.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Bella 🦋 (@bellahadid)

Recentissima è la notizia del contagio da Covid-19 di Kim Kardashian. I fan ne sono venuti a conoscenza solo una manciata di giorni fa, guardando la puntata di Keeping Up With The Kardashians dedicata alla festa del 40esimo compleanno di Kim.

Per il passaggio alla cifra tonda, Kim ha pensato a una festa in grande e ha affittato un lussuoso resort polinesiano. Circa trenta invitati fra famigliari e amici si sono riversati nella tenuta extra lusso, tutti vicini vicini per festeggiare, bere e fare il bagno. Risultato? Una sorpresa non graditissima per Kim, che ha inaugurato una nuova decade con una convalescenza da Covid-19 appena rientrata a Calabasas.

Ne è valsa la pena? A Kim, così come a tutto il klan, non credo importi granché: i privilegi economici e sociali di cui godono le alienano dalla realtà quotidiana.

Certo, questi delle celeb non sono propriamente comportamenti virtuosi. L'eco mediatica delle crew di teenagers della Hype House di TikTok potrebbe spingere milioni di americani, soprattutto molto giovani, a rispettare quarantene, distanziamenti e obblighi di mascherina. E invece Charli D'Amelio, Addison Rae, Bryce Hall e Lil Huddy passavano una sera sì e l'altra pure al Saddle Ranch di L.A. a bere tutti insieme.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Hype House (@thehypehousela)

Le celebs però, oltre a farmi un po' di sana invidia, non riescono a risultarmi così antipatiche, e non riesco a puntare loro il dito contro in maniera così moraleggiante.

Se Kim ha potuto festeggiare il compleanno con un mega party alla Grande Gatsby e Justin Bieber ha potuto sconfinare in Europa per spegnere le candeline e Asia Valente ha potuto andare a farsi le foto in Croazia, è anche perché la crisi si fa sentire anche nel settore turistico e in qualche modo le celeb contribuiscono a dar lavoro a persone che altrimenti rimarrebbero irrimediabilmente a casa.

La pandemia ci ha insegnato quanto l'equilibrio del nostro circolo virtuoso/vizioso della vita quotidiana sia davvero precario e sempre sul punto di rottura e che ogni giorno merita davvero di essere vissuto in onore di un carpe diem inflazionato ma giusto. Non prendiamocela con le celebs perché cercano di fare lo stesso, perché probabilmente lo faremmo anche noi.