search burger
search ×

È il momento della rieducazione

Una società ignorante che lede ogni singolo individuo ha bisogno di cure immediate

By Fabiola Graziosi

Maturare significa cominciare ad analizzare la società scegliendo un paio docchiali diversi da quelli con cui la si guardava prima. Crescendo si impara che una visione egoistica del mondo non è poi tanto produttiva, nemmeno per chi ladotta. 

Quando, come oggi, legoismo permea il mondo, lignoranza fa da leva per far si che lipocrisia possa essere considerata normale. La poca comprensione di un costrutto sociale in cui ogni uomo è legato allaltro è un lasciapassare verso la crisi. 

Quando si sente il termine crisi la prima connotazione del termine a cui si pensa è economica. Ma la crisi finanziaria è solo la punta delliceberg della mentalità malata in cui ci ritroviamo intrappolati oggi, da cui non riusciamo a uscire e che non capisce chi prova a farlo.

Luomo è un animale sociale, così diceva Aristotele, e quando questo concetto comincia a prendere corpo nella mente, allora si sta cominciando a fare qualcosa per il mondo, o almeno per la propria piccola comunità. 

Oggi sembra essere tutto impossibile: trovare lavoro, pagarsi gli studi, riuscire a comprare una casa per dare dignità alla propria esistenza, utilizzare la propria cultura a servizio degli altri e non per sminuire chi non la possiede, cercare di essere rispettosi del mondo davvero e non per slogan. Vorrei diventasse tutto possibile, tramite un lavoro comunitario che dovrebbe partire dai vertici. Ma se i vertici non riescono più a parlare per chi rappresentano, i cittadini hanno il dovere di dar loro lesempio e indicare la società in cui vogliono vivere.

Ho provato tramite leditoriale di Acrimònia di Dicembre a raccontare con laiuto della fotografa Cristina Troisi la mia visione dellemergenza. Sono convinta che tutti noi hanno dentro un pò di quello che ho io. 

 

Produzione: Acrimònia Studios
Direzione creativa: Fabiola Graziosi
Fotografia: Cristina Troisi