×

WMN Role Models: Barbie Ferreira

Sapevate che è cresciuta in una famiglia al femminile?

By Alessandra Nava

Giovanissima ma già con una carriera fitta di progetti interessanti e traguardi vincenti, Barbie Ferreira è una vera forza della natura. 
 
Nata nel Queens nel dicembre del 1996, è stata cresciuta da un affiatato team di sole donne: la sua mamma, una chef di origini brasiliane, sua zia e sua nonna. 
 
 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

can’t stop won’t stop

Un post condiviso da barbie ferreira (@barbieferreira) in data:

 
Ad appena 16 anni, Barbara Linhares Ferreira inizia a posare e inviare foto ad agenzie e brand, guadagnando esperienza e qualche soldino con i primi lavoretti. Barbie non rientra nelle taglie standard delle modelle, ha una fisicità prorompente e molto sensuale, un viso bellissimo con grandi labbra carnose, occhi allungati, una marea di piccole lentiggini sulla sua pelle lattiginosa, e un fascino che buca l’obiettivo
 
 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

had to make a stop for a mini vacation 🌴

Un post condiviso da barbie ferreira (@barbieferreira) in data:

 
Sembra quasi esserci un destino nel suo nome d’arte: si chiama come la bambolina più magra, alta e bionda di sempre, e lei, mora, tutta curve e prorompenza, è qui per sparigliare le carte, perché le Barbie di oggi sono cambiate insieme con le nuove generazioni, che hanno l’urgenza di trovare nuovi modelli estetici e etici, più autentici e genuini. 
 
 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

felt very class of 2019 at the @euphoria house party.. s/o To @papermagazine and my baby angel @hunterschafer

Un post condiviso da barbie ferreira (@barbieferreira) in data:

 
Fra uno scatto per H&M e uno per Forever21, Barbie fa strage di consensi e attenzioni nel 2016, quando appare al naturale e senza fotoritocchi in una campagna di beachwear di Aerie. 
 
La vera e propria notorietà arriva l’anno scorso con la serie shock Euphoria, prodotta fra gli altri da Drake, che si propone di raccontare con crudo realismo l’adolescenza turbolenta della Generazione Z. I personaggi femminili sono in primo piano, capitanati da Zendaya, in un’inedita veste trasandata da tossicodipendente, e fra di essi spicca proprio Barbie.
 
 
La sua Kat Hernandez è una ragazza curvy solo apparentemente insicura. Seguendone la storia, si esplora il suo rapporto con la virtualità di internet, in cui diventa prima una famosa e seguitissima scrittrice di fanfiction sugli One Direction e poi una disinibita cam girl; ma anche le ripercussioni che questa presa di autocoscienza e affermazione hanno su di lei.
 
Usa i soldi guadagnati per comprarsi vestiti sexy e attillati, che spesso sfociano nell’estetica sadomaso, frequenta tantissimi ragazzi, si innamora. La sua narrazione va al di là degli stereotipi del makeover della ragazza in carne, che dimagrisce e si compra dei bei vestitini per conformarsi alle sue amiche magre. Kat è scomoda, ingombrante, a volte odiosa nei suoi comportamenti, e per questo affascinantissima e molto più vera di tutto ciò che vediamo nelle solite commedie americane. 
 
 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

full @euphoria trailer. let me just say this is so special and I’m crying. June 16th.

Un post condiviso da barbie ferreira (@barbieferreira) in data:

 
Se seguite Barbie su Instagram, potete vederla con dei look edgy e glamourous pazzeschi, dagli stivali di Givenchy agli scatti realizzati per Jacquemus, fino al servizio in coppia con la collega Alexa Demie, vestite con degli abitini leopardati di LaQuan Smith. 
 
 
Barbie ci ha conquistate, e non vediamo l’ora di rivederla presto in Euphoria e in molti altri progetti
 
 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

@juju.dam

Un post condiviso da barbie ferreira (@barbieferreira) in data: