search burger
search ×

Small steps. Big impact. by Zalando

La collezione etica e sostenibile di otto brand è ora disponibile

By Camilla Alcini

Che si possa essere sostenibili senza compromettere lo stile è ormai una certezza.

L’ultima conferma arriva dal colosso della moda online basato a Berlino. Ieri 25 ottobre infatti, Zalando ha lanciato “Small steps. Big impact. by Zalando”, una nuova collaborazione con otto designer europei presenti sulla piattaforma: Closed, Designer's Remix, Henrik Vibskov, Holzweiler, House of Dagmar, Mother of Pearl, Mykke Hofmann e Progetto Quid.

Rispetto alla prima iniziativa a gennaio 2020, stavolta il concetto è esteso all’abbigliamento maschile e femminile con un solo focus: la sostenibilità.

“La sostenibilità è diventata uno dei temi più importanti per i designer di alto livello. Viviamo in un mondo con una consapevolezza sociale e ambientale in continua crescita. È importante fornire ai nostri clienti queste opzioni senza compromettere lo stile e la qualità”, dice Lena-Sophie Roeper, Buying Director Premium & Luxury, Zalando. “Il nostro obiettivo è quello di ispirare i clienti a fare acquisti in modo più sostenibile e siamo lieti di farlo insieme ai nostri marchi, dimostrando che la collaborazione è la strada da seguire”.  

Per i 116 pezzi che comporranno questa collezione, i brand sono stati guidati da un’estetica comune dettata da Zalando e dalla consapevolezza nella scelta di materiali di recupero o provenienti da fonti sostenibili. La volontà rimane quella di dare ai clienti ciò che cercano: l’intera gamma di moda, dal basso all’alto e viceversa. La palette richiama il cambiamento delle stagioni e i colori che distinguono l’autunno. Anche i modelli seguono le stagioni e sono adattabili a climi sia caldi che freddi, pensando proprio ad un abbigliamento di transizione.

I materiali sono di alta qualità, per confermare che non c’è bisogno di scendere a compromessi per essere sostenibili: cotone organico, lyocell liscio e triacetato ecologico. Cotone, lana e poliestere riciclati riducono l’impatto ambientale di questi capi e dove possibile Zalando fornisce certificazioni indipendenti da GOTS, OCS e GRS.

“Negli ultimi anni abbiamo fatto grandi progressi nel garantire una maggiore trasparenza per identificare capi di abbigliamento più sostenibili. Vogliamo rendere lo shopping di moda sostenibile facile, divertente e fornire l'ispirazione e le informazioni che i clienti cercano, tutto in un unico luogo”, dice Kate Heiny, Direttore Sostenibilità di Zalando. “La presenza di Zalando nel settore della moda ci pone in una posizione unica per introdurre una moda più sostenibile ai nostri oltre 34 milioni di clienti attivi in 17 mercati, lavorando insieme a partner che condividono la nostra visione e la nostra etica. Continueremo a fare la nostra parte per far progredire l'industria della moda su questi temi”.

Tra gli otto brand scelti, Progetto Quid rappresenta l’Italia a seguito del successo di una collezione con Zalando SS20. Marchio di moda etica made in Italy, Progetto Quid realizza i propri capi utilizzando tessuti recuperati da stock invenduti o donati, forniti da aziende tessili italiane di alto profilo e da noti marchi di moda internazionali.

Dal 25 ottobre, con Zalando, possiamo tutti essere un po’ più sostenibili ed etici.