search burger
search ×

Nell'America post-Trump, Melania esce di scena

Stando ai rumors Melania sarebbe in procinto di divorziare dall'ex-presidente Donald Trump. Che sia questa l'occasione di vederla finalmente sotto una luce diversa?

By Francesca Parravicini

La notizia risale a qualche giorno fa: stando a quanto riportano diversi tabloid inglesi l'ex first lady Melania Trump sarebbe in procinto di divorziare dal marito Donald Trump, ormai ex-presidente degli Stati Uniti, ma che sta avendo qualche difficoltà all'idea di mollare la poltrona (inserisci ironia).

Melania starebbe letteralmente contando i minuti all'Inauguration Day, il giorno in cui Joe Biden, si insedierà effettivamente nella Casa Bianca (accompagnato dalla prima vice-presidente donna della storia americana, Kamala Harris, di cui abbiamo parlato qui), per non essere più legata a una posizione pubblica e non subire eventuali ripercussioni.

Il rumor è stato ulteriormente fomentato dall'ultima apparizione pubblica della coppia lo scorso 11 novembre, in occasione del Veteran's Day: Melania ha preferito stare a braccetto con un funzionario piuttosto che a fianco del marito, da cui sembrava voler prendere le distanze.

Ovviamente non possiamo sapere quale sia la verità. Ciò che è però apparso in questi quattro anni di amministrazione Trump è un ritratto di coppia assolutamente anacronistico e atipico.

Con Obama e Michelle abbiamo assistito al racconto di una coppia presidenziale moderna, ritratto di una generazione che sembrava guardare al futuro: un rapporto paritario, complice, in cui non è difficile vedere amicizia, amore e sostegno reciproco, con l'immagine solare di Michelle Obama, che ha messo in primo piano un'immagine impegnata e leggera allo stesso tempo, pop, seria quando serve e attenta alle tematiche di empowerment femminile. Una donna in cui non è difficile rispecchiarsi e prendere a modello.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da First Lady Melania Trump (@flotus)

Melania d'altro canto è stata una figura decisamente più misteriosa. Se ci pensiamo bene sappiamo poco o nulla di lei. Chiaccheratissima, fotografatissima, ammirata e odiata, è stata una first lady estremamente glamour, estremamente silenziosa, con pochi interventi, molto solenni, molto controllati. Ma cosa si nasconde sotto questa superficie? La giornalista Mary Jordan, autrice della biografia The Art of Her Deal, ne propone un ritratto complesso, quello di una donna conscia del suo fascino ma allo stesso tempo intelligente, coinvolta in decisioni politiche, anche se dietro le quinte, riservata e schiva. Un ritratto fatto di luci e di ombre, ma umano: spesso e volentieri le donne che occupano posizioni rilevanti nella sfera pubblica diventano delle icone fisse e vengono giudicate in modo più duro rispetto agli uomini. Possiamo dire che Melania sembra fredda, frivola, privilegiata. Ma alla fine non stiamo parlando di una superficie riflettente, ma di una donna in carne ed ossa, con i suoi pensieri, le sue ragioni. Si possono non capire o condividere, ma condannare a priori non è quasi mai giusto.

Ciò che è innegabile invece è la misoginia che Donald Trump ha esibito durante il suo mandato, non curandosi minimamente di celarla: dai casi di molestie, ai commenti offensivi raccontati come barzellette, l'ex presidente sembra avere un problema con le donne che osano alzare la voce e farsi valere, cercando di ridurle a meri oggetti nel modo più vile. E di nuovo, non possiamo conoscere la verità, ma spesso e volentieri la coppia presidenziale è apparsa estremamente distante, con un linguaggio del corpo che urlava disagio da tutti i pori. Non sappiamo se Melania si stia veramente allontanando da Trump, ma se fosse così non possiamo che fare il tifo per lei.

E forse, una volta da sola, potremo vedere la donna che si nasconde sotto la superficie.