×

NABA e moda su pellicola: 5 look favolosi della storia del cinema

Da Audrey a Rita

By Alessandra Nava

NABA presenta al Festival del Cinema di Roma un film che indaga le grandi case di couture che hanno lavorato per il grande schermo, come Tirelli Costume e il Laboratorio Pieroni. Si tratta di vere e proprie eccellenze sartoriali che hanno plasmato l’immaginario del costume cinematografico.

Per l’occasione, noi rendiamo omaggio alla settima arte con una breve carrellata di abiti, a nostro avviso, da vere principesse hollywoodiane.

Audrey Hepburn in "Colazione da Tiffany"

Starete già pensando al tubino nero di Givenchy, e invece no! A differenza dell’essenziale robe noire, noi non possiamo toglierci dalla testa il tubino rosa, tutto un fiocco e un luccichio, che Audrey indossa per pochi minuti nel bel mezzo del film. Corredato da un diadema fucsia e da una mantellina in raso di seta fucsia, è l’abito più confettoso ed elegante del mondo.

Marilyn Monroe ne “Il principe e la ballerina”

Trasferta British della diva Marilyn, che recita a fianco del fascinoso Laurence Olivier nella parte di una svampita ballerina di teatro, di cui il principe si innamora alla follia (e come dargli torto?). Invitata a palazzo, Marilyn indossa un favoloso abito a sirena con scollo a barchetta bianco e spalmato di piccoli lustrini. Per ripararsi dal clima londinese indossa anche una vestaglietta con collo rigido e maniche a sbuffo che è tutta un ricamo. Il vestito perfetto, considerato che nel giro di due giorni lo usa per un appuntamento galante con un super aristocratico, per un ballo fastoso e per andare a Westminster a vedere la Regina. Un vero passepartout.

Rita Hayworth in "Gilda"

È la femme fatale latina di Hollywood, bellissima e sfuggente. Nel film è l’amore impossibile di Glenn Ford, che ne conosce bene la natura scoppiettante. Un film noir in cui Rita sfoggia tutto il suo talento di performer, soprattutto durante la performance di “Don’t Put a Blame on Mame”. Avvolta in un abito di seta nera, con tutti gli occhi addosso, si toglie così sensualmente il guanto da sembrare la mamma di Dita Von Teese. Sexy ed elegantissima.

Hedy Lamarr in “Le fanciulle delle follie”

Considerata la donna più bella del mondo, Hedy Lamarr è forse anche la donna salvata in più bacheche Pinterest del globo. Perché? Complice il suo look letteralmente iconico in “Ziegfeld Girl”, lung(hissimo)metraggio che racconta le peripezie del dietro le quinte di Broadway. Il suo vestito tempestato di stelle, insieme alla corona che è tutta un luccichio da Via Lattea, la rendono una vera e propria dea. Film forse dimenticabile, abito insuperabile.

Lauren Bacall in “Come sposare un milionario”

Una delle attrici più eleganti di Hollywood recita in una scoppiettante commedia in cui rappresenta la principessa 2.0, non più alla ricerca disincantata del principe azzurro, ma di un danaroso buon partito che le regali pellicce e gioielli. Sul punto di sposarsi, ecco che indossa un abito che è tutto un ricamo di pizzo. Fasciante, con la manica a tre quarti, tutto a fiori ricamati, corredato da un filo di perle e da un cappellino impalbabile. Chic all’ennesima potenza.

 

Immagini prese da Pinterest.