×

Lunga vita ai collant!

Da accessorio maschile a must del guardaroba femminile

By Giorgia Festi

I collant sono l’accessorio che ci accompagna durante tutto l’inverno, al quale, non possiamo rinunciare. Sono nati per proteggerci dalle basse temperature, ma, ormai, più che una questione di freddo, è diventata una questione di stile.

I cugini più antichi dei nostri attuali collant risalgono alla popolazione assira, i quali uomini usavano calzamaglie spesse e colorate sotto le casacche. Con il passare degli anni questo capo si diffuse anche tra i greci ed i romani assumendo sempre più varianti, come quella in pelle aderente. Alla fine del ‘500, nelle corti francesi ed inglesi, si diede sempre più rilevanza alla calzamaglia, producendo ricami elaborati e decorandola con ricami preziosi. Da quel momento in poi, questo accessorio cominciò ad affascinare anche il mondo femminile che, con l’avvento della crinolina nel ‘700, ne fece l’elemento fondamentale da indossare sotto la gonna.

I collant che conosciamo oggi devono la loro nascita all’avvento del Nylon nel 1937. Grazie a questo nuovo materiale diventano popolari nella basica versione nude. Nel 1959, in America la Allan Gant cominciò a produrre i collant moderni, morbidi e in più varianti di denari. Qualche anno dopo, Mary Quant inventò la minigonna e i collant diventarono i protagonisti della scena nelle prime varianti colore. Solo dagli anni ’80 in poi, con l’avvento delle autoreggenti, questo accessorio cominciò a tingersi delle più varie fantasie, partendo dal pizzo fino a disegni geometrici e floreali, per poi diventare super elastico e coprente con l’invenzione della Lycra.

Oggi i collant non sono solo una protezione dal freddo ma un vero e proprio must-have da sfoggiare. Pois, fiori, righe, reti, pizzi, brillantini, ogni variante è da avere e da custodire con delicatezza, la caratteristica che forse li rende ancora più unici. Le maison di moda più prestigiose, stanno sperimentando sopratutto nelle ultime collezioni, nel campo dei collant. Gucci è stato il brand, che, con la sua versione monogram, ha creato un vero e proprio boom dei collant di lusso. A seguirlo sono stati Alexander Wang e Fendi, che li hanno riproposti con il loro nome e con le loro fantasie.

Anche Chanel ha proposto i collant durante la sua ultima sfilata, per presentare la collezione FW20/21. Le top model hanno indossato collant con logo e a pois proposti, sia nella classica versione nera che nella versione bianca.