×

Buon 2020!

Vi auguriamo di essere, proprio chi volete essere

By Margherita Verdiani

Natale ce lo siamo faticosamente lasciati alle spalle, l'avanzo di panettone prontamente finito per Santo Stefano è ancora in fase digestione ma davanti c'è ancora un'ultima, corposissima sfida: il cenone di fine anno. Le vagonate di cibo concentrate nel mese di dicembre non giocano certo nella stessa squadra del vestitino tutto spacchi e paillettes che a metà settembre, ancora un po' abbronzata, ti sei comprata per giocare d'anticipo sul Capodanno; salvo poi, appunto, ripensare al piano B (pantalone e blazer) perché “vuoi mettere la comodità di uno spezzato?” ti sei detta davanti allo specchio ma neanche troppo convinta.

L'anno è finito e ancora l'esperienza non ci ha insegnato che è bene prenotare il da farsi per San Silvestro con almeno tre mesi di anticipo. Oggi siamo tutti qui indecisi se andare al mare o in montagna, se stare fuori o in casa, con l'unica, intramontabile certezza del degno pasto finale che il 2019, in chiusura, si merita. E se il 2019 non vi avesse convinto del tutto ecco una carrellata di eventi che potrebbero farvi cambiare idea: i Nutella biscuits, Fleabag 2, Jennifer Aniston su instagram, lo show di Riri 'Savage x Fenty stra-to-sfe-ri-co, Leo e Brad insieme in un film, Glossier che spedisce in Francia (siamo forse il cugino scemo della Francia noi Emily?), @dudewithsigns su IG, la punta di cornetto Algida come snack a sé e Jlo che dopo quasi vent'anni si rimette il jungle dress spiazzandoci di nuovo. Va già un po' meglio, no?

La giornata del 31 è densa di aspettativa e intrisa di un hype generale che fa sentire inadeguato chi questo friccicore, invece, non ce l'ha. C'è chi è carico a pallettoni già dal 27 e chi invece sogna la mezzanotte e mezzo per rimboccarsi le coperte, chi farà il trenino cantando a e i o u Y, chi mangerà tanta uva e tante lenticchie (sia mai che si avveri qualcosa), chi farà il conto alla rovescia e chi invece berrà la tisana al finocchio davanti a Netflix, chi abbraccerà la mamma e chi il primo sconosciuto in discoteca.

Non c'è una regola, non sentitevi obbligati a fare qualcosa che non vi va a genio. Tutto va bene se è a vostra misura, se ve lo siete scelto e se non è stato imposto. Non siate scomodi in quel che vi costruite e non abbiate il timore di rinunciare a cosa vi è sgradito. Fate quel che vi pare e siate ciò che volete essere, e che questo possa essere il dogma con cui principiare il 2020. Il nostro augurio è che ci riusciate fieramente. Treat yo self girlss!