search burger
search ×

Contaminazioni musicali fra i big di ieri e di oggi: i featuring non sono mai stati così cool

Raffaella Carrà docet

By Alessandra Nava

Sarà forse perchè la splendida Raffaella Carrà ci ha lasciato da appena qualche giorno, ma se devo pensare a una collab artistica fra cantanti di ieri e deejay contemporanei penso subito allo scoppiettante remix “Far l’Amore” architettato da Bob Sinclair e con un’ immortale Raffaella a dar vita al brano.

Ancora una volta, è stata un po’ lei, in un 2011 che sembra lontanissimo, ad aprire le danze a un nuovo genere pop che vede collaborare le glorie di ieri con i nomi freschissimi di oggi.

Sarà forse un caso che, sempre nel 2011, ma qualche mese dopo, Lady Gaga si sia avventurata nel mondo della musica da piano bar dando inizio ad un fortunatissimo sodalizio con la leggenda dello swing Tony Bennet? La loro cover diThe Lady is a Tramp” ha dato il là a concerti e album fantastici, sotto il segno di Raffaella.

Sdoganate dunque le contaminazioni musicali fra l’oggi e il domani, il panorama italiano si è scatenato nelle commistioni di note e gorgheggi fra le glorie del passato e le nuove star di oggi. I Boomdabash e Loredana Bertè hanno monopolizzato le feste d’estate del 2018 con la loro Non Ti Dico No”.

Il segreto del successo? Il carisma graffiante e magnetico di Loredana accostato a un sound più catchy e contagioso, in linea con la spensieratezza del periodo estivo.

L’estate del 2021, complice forse questa terra di mezzo quasi post-pandemica in cui abbiamo riscoperto il valore della compagnia, della condivisione, della costruzione di ricordi duraturi, è un’apoteosi di mix&match fra star della musica del passato e del presente.

Jovanotti ha scritto un inno alla gioia pop per Gianni Morandi, interprete di uno dei pezzi più vivaci e irresistibili dell’estate. I due veterani della scena pop italiana ci hanno sorpreso: l’eterno ragazzo di Monghidoro, classe 1944, presta voce e volto a uno dei tormentoni dell’estate, sotto la curatela del più giovane Lorenzo Cherubini, sempre e per sempre Jovanotti.

Chissà che cosa è successo in quelle sere di marzo nel backstage di Sanremo. Fedez e Orietta Berti, in gara, e Achille Lauro, ospite fisso ogni sera per i suoi tableaux vivants sofisticati e camp al contempo, devono aver sviluppato una chimica speciale fra conchiglie di strass, note musicali e voglia di stupire.

I tre hanno debuttato in un ménage à trois musicale davvero inedito qualche settimana fa con “Mille”, già hit dell’estate. Rime catchy e maliziose per i due rapper, in contrasto con la voce da usignolo e l’eleganza d’altri tempi di Orietta Berti, vera star dell’estate.

Instancabile, sempre perfetta nel suo taglio corto maschietto rouge e nel suo trucco pop, vestita con creazioni couture di GCDS, Orietta Berti è la regina 2.0 di un’estate che fa dialogare il fascino del vintage con l’euforia della contemporaneità.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Acrimònia Magazine (@acrimoniamagazine)

Sarà forse la Berti ad avere contagiato Ornella Vanoni? La cantante ci ha sorpresi tutti con un inedito featuring con Colapesce e DiMartino, reduci dal successo meritatissimo di “Musica leggerissima”, inno scacciapensieri nei tempi duri della pandemia. “Toy Boy” è già vista come prossima hit, complici le sonorità accattivanti e la voce wow di Ornella, che rende unico qualsiasi pezzo.

Che cos’altro ci aspetta? In un anno pieno di sorprese canore come queste tutto può succedere: i Maneskin con una leggenda del rock come Vasco? Elettra Lamborghini e Lorella Cuccarini, principesse super pop dell’estate? Non vediamo l’ora di scoprirlo, e voi?