×

ARTYGRAM: @ilaria_clari

@ilaria_clari

artygram

“Atti osceni in luogo pubico” cit.

- By Claudia Matrisciano

L’ho amata a partire dalla sua bio di Instagram dove si legge: “L’appartenenza è qualcosa che non mi appartiene”, in più, una carta che gioca a suo favore, è quello di essere sabauda proprio come me. Il che mi porta automaticamente ed inevitabilmente ad amarla.

Ilaria Clari, classe ’85, artista, attivista, vive e lavora a Torino. È in grado di illustrare con naturalezza la sessualità mettendo a proprio agio chiunque guardi i suoi disegni.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Off the wall • • • • #art #photooftheday #photography #photo #wall #pink #heart #intaphoto

Un post condiviso da Ilaria Clari (@ilaria_clari) in data:

La sue illustrazioni, create quasi esclusivamente con la tecnica dell’acquerello, permettono di catapultarci nell’animo umano, donna o uomo che sia, e farci capire il nostro universo, ma soprattutto porci in relazione alla nostra sessualità e al modo in cui percepiamo i nostri corpi.

Ilaria è in grado di far affrontare il concetto di nudità, soprattutto quella femminile, e di cercare di far realizzare, a chi guarda i suoi disegni, quanto la nostra mente e la società abbiano una forte chiusura nei riguardi della libera nudità e sessualità. Spesso siamo portati ad avere difficoltà a rapportarci con il nostro corpo. Spesso non riusciamo a capire cosa ci piaccia.

Ilaria ci fa capire che sono solo dei seni, dei genitali e niente più e che tutto è molto, ma molto, più facile, di quanto noi ci costruiamo nel nostro cervello.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

welcHome

Un post condiviso da Ilaria Clari (@ilaria_clari) in data:

Per comprendere il mondo dell’artista, basta guardare la naturalezza e l’ironia con cui raffigura parti del corpo in diverse gradazioni di rosa con la caption “Free your mind and your ass will follow” o, sempre sullo stesso genere tanti seni in differenti gradazioni di rosa, per sensibilizzare alla prevenzione contro il tumore al seno.

Ci sono tante illustrazioni di Ilaria, invece, che rappresentano in toto la voglia di libertà e di liberare il concetto della sessualità e della nudità. Come per esempio il “25 motel rooms-project”. Una serie di piccole raffigurazioni di atti sessuali ed amorosi, rappresentati in forma di piccole cartoline in acquerello.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Missionary

Un post condiviso da Ilaria Clari (@ilaria_clari) in data:

Scorrendo il suo feed è impossibile non imbattersi nella sua capacità di saper raccontare il rapporto degli esseri umani con il mondo. C’è qualcosa di altamente filosofico e psicologico nei suoi disegni e nelle caption che li accompagnano. Ogni pezzo è in grado di entrare in empatia con la persona che lo sta osservando.

La tematica dell’amore è affrontata in modo cinico e realistico. Uno dei suoi ultimi disegni che raffigura il mostro di Loch Ness con il cuore tra le mani, recita: “L’evoluzione ci porterà ad avere lunghi colli per aumentare la distanza tra cervello e cuore, e corte gambe per pestarci gli organi genitali”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

In pratica dei mostri di Loch Ness...

Un post condiviso da Ilaria Clari (@ilaria_clari) in data:

Il corpo, come ci si rapporta, la vita amorosa, la sessualità, il mondo cinico, i social, le persone che lo popolano. Ilaria è capace di cogliere e veicolare con semplicità il male e la malinconia che ognuno di noi alle volte, porta dentro.

Non vorrei limitarmi semplicemente a ringraziare Ilaria, io vorrei abbracciarla, stringerle la mano e dirle che servono persone come lei al mondo. Non vorrei limitarmi a dire che la sua è una pornografia sentimentale, per me ciò che fa è tutto tranne che pornografia, è la vita che ogni donna e ogni uomo vive, fatta di insicurezze, sorrisi e dolori.

Cara Iaria, per me sei portatrice sana di vita!